Passa ai contenuti principali

Oscar 2018 i vincitori.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Sono stati proclamati nel corso della notte  i vincitori dell’90a edizione degli Academy Awards, i premi Oscar, assegnati  dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences.
Il miglior film dell’anno è “La forma dell'acqua”  di  Guillermo del Toro che vince anche come miglior regista. 
I Premi agli attori protagonisti sono andati a Frances McDormand per Tre manifesti a Ebbing, Missouri e a Gary Oldman per L'ora più buia.
I Premi agli attori non protagonisti invece sono andati a Allison Janney per I, Tonya e Sam Rockwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Miglior sceneggiatura non originale è andata a Chiamami col tuo nome  di James Ivory.
Il film Una donna fantastica (Cile) è il miglior film straniero, “Coco” è invece il miglior film d’animazione.

TUTTI I VINCITORI

MIGLIOR FILM
La forma dell'acqua - The Shape of Water

MIGLIOR REGISTA
Guillermo del Toro - La forma dell'acqua - The Shape of Water

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Frances McDormand per Tre manifesti a Ebbing

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Gary Oldman per L'ora più buia

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Allison Janney per I, Tonya

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Sam Rockwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE
Coco

MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA
Una donna fantastica (Cile)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE
Scappa - Get Out (Jordan Peele)

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Chiamami col tuo nome (James Ivory)

MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE
The Shape of Water (Alexander Desplat)

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
Remember Me - Coco

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
Dunkirk (Richard King e Alex Gibson)

MIGLIORI SONORO
Dunkirk (Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo)

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI
Blade Runner 2049 (John Nelson, Gerd Nefzer, Paul Lambert e Richard R. Hoover)

MIGLIOR SCENOGRAFIA
The Shape of Water (Production Design: Paul Denham Austerberry; Set Decoration: Shane Vieau e Jeff Melvin)

MIGLIOR FOTOGRAFIA
Blade Runner 2049 (Roger Deakins)

MIGLIORI COSTUMI
Il filo nascosto (Mark Bridges)

MIGLIOR TRUCCO E ACCONCIATURA
L'ora più buia (Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick)

MIGLIOR MONTAGGIO
Dunkirk (Lee Smith)

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Icarus

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO
Heaven is a Traffic Jam on the 405 (Frank Stiefel)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
The Silent Child (Chris Overton e Rachel Shenton)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO ANIMATO
Dear Basketball (Glen Keane and Kobe Bryant)





 

Commenti

Post popolari in questo blog

"Poldark", terza stagione.

Prima cosa....la terza stagione (9 episodi) di Poldark inizierà in Gran Bretagna l'11 Giugno. Il primo episodio della nuova stagione si preannuncia ricco di azione.
Ross e Demelza cercano di dimenticare il passato e ricostruire il loro matrimonio, ma i nuovi arrivi minacciano la loro riconciliazione fragile.
Sotto trovate i primi due trailer della serie...questa estate tutti in Cornovaglia.

La quarta stagione di Poldark è prevista per il 2018.







































"Miss Fisher" è tornata finalmente con la terza stagione.

Miss Fisher è tornata finalmente.  In Australia stanno andando in onda le puntate della terza stagione di Miss Fisher's Murder Mysteries, serie basata sui romanzi di Kerry Greenwood. Per chi non conoscesse la serie .... ci troviamo a Melbourne, sul finire degli anni '20, l'affascinante nobildonna Phryne Fisher arriva a sconvolgere la vita della città e a collaborare con la polizia locale, come detective privata, alle indagini su misteriosi omicidi. Le prime due stagioni sono state trasmesse anche qui in Italia su Rai1. La terza stagione è iniziata in modo scoppiettante, abbiamo ritrovato i vecchi personaggi, ma abbiamo conosciuto anche il padre di Phryne che si è presentato a casa della figlia...ma questa convivenza non porterà nulla di buono. Abbiamo ritrovato anche l' ispettore Jack Robinson, Phryne ama stuzzicarlo e non si può negare che i loro momenti insieme sono comicissimi.

"Mia cugina Rachele" di Daphne Du Maurier.

La seduzione, l’amore avventato e il sospetto diventano i protagonisti di "Mia cugina Rachele", in un crescendo d’inquietudine di cui Daphne du Maurier è maestra indiscussa. Esce (21 Settembre) in questa nuova edizione edita da Neri Pozza in attesa del film che uscirà a Novembre. Cornovaglia, metà Ottocento. Philip Ashley è convinto di avere molti validi motivi per odiare Rachele, vedova dell’amato cugino Ambrose, venuto a mancare in circostanze poco chiare. Quando la bellissima e misteriosa Rachele lo raggiunge in Cornovaglia, tuttavia, Philip si scopre incapace di resistere al suo conturbante fascino. Ma chi è davvero Rachele? Una donna innamorata o un’arrampicatrice sociale che cerca soltanto di impadronirsi della sua ricchezza, come ha già fatto con il defunto marito?