Passa ai contenuti principali

"La bruttina stagionata" di Carmen Covito.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

"La bruttina stagionata" di Carmen Covito nuovamente in libreria con la prefazione di Natalia Aspesi.
Marilina Labruna vive in una Milano livida e soffocante. 
Quarantenne non brutta, peggio, bruttina, deve trovare un modo diverso di trionfare. Professoressa, piccola, grassottella, gambe corte e tozze, occhiali da intellettuale vive sola in un appartamento in disordine e scrive tesi di laurea per conto terzi. Senza alcuna ambizione apparente sceglie un lavoro che le permette di nascondersi senza vivere il confronto diretto con gli altri, che la notano appena. 
Dotata di un certo fascino di cui non è consapevole che la porta a vivere le sue avventure sessuali scrollandosi di dosso inibizioni e paure, convinta di non poter mai anelare a conquistare un certo tipo di uomo, si troverà alla fine a respingerne ben due.
Romanzo vincitore del Premio Bancarella 1993.

 

Commenti