"Al Paradiso delle Signore" di Émile Zola

Se siete rimaste inorridite dalle ultime due puntate della serie tv "Il paradiso delle Signore", serie decisamente (troppo) liberamente tratta dal romanzo di Émile Zola "Al Paradiso delle Signore", allora leggetevi il romanzo che è decisamente meglio.
"Il paradiso delle signore è un grande magazzino della Parigi fin-desiècle che fagocita una clientela smaniosa ed entusiasta. Ammiccanti vetrine e rutilanti cartelloni pubblicitari spiccano in questo tempio del nuovo commercio in cui si celebra la scalata nel mondo degli affari di Octave Mouret, intraprendente e spregiudicato, e di Denise, tenace orfana di provincia, che tra i reparti colmi di merci troveranno l'amore e il riscatto sociale. Undicesimo della saga dei Rougon-Macquart, questo romanzo si differenzia dai precedenti per l'inedito ottimismo con cui Zola guarda alla moderna società industriale, esaltandone fiducia nel progresso, attaccamento al lavoro e gusto per la sfida. "

Recensione *****
La parte iniziale è un po' lenta, ma dopo qualche capitolo il romanzo prende velocità. La storia tormentata di Denise e Octave è intensa e anche emozionante, lei così coraggiosa nella sua moralità e lui così cambiato dall'amore vero. Tra i due non succede nulla di romantico per tutto il romanzo, ma il desiderio e l'amore platonico tra due ci viene raccontato in modo così appassionato che non può lasciare indifferenti.

Commenti

"Il principio di ogni arte è l'amore; valore e dimensione di ogni arte vengono soprattutto determinati dalle capacità d'amore dell'artista."
Hermann Hesse